Artigianato

Descrizione

E' imprenditore artigiano colui che esercita personalmente, professionalmente e in qualità di titolare l'impresa artigiana assumendone la piena responsabilità con tutti gli oneri e i rischi inerenti la sua direzione e gestione e svolgendo in misura prevalente il proprio lavoro, anche manuale nel processo produttivo" (comma 1 art. 2 Legge 443/85 sull'artigianato).

 

Requisiti soggettivi
L'art. 2 della 443/85 definisce le caratteristiche dell'imprenditore artigiano chiarendo che per essere considerato tale deve avere una partecipazione anche manuale e professionale nel processo produttivo dell'impresa, assumendone la piena responsabilità e gestione.
La particolarità dell'imprenditore artigiano, pertanto, consiste nello svolgere in prima persona, pur con l'eventuale ausilio di personale dipendente, il lavoro all'interno della sua impresa. Anche l'attività di direzione del personale dipendente, intesa come momento di gestione operativa dello stesso, rientra nel concetto di partecipazione manuale al processo produttivo.
E' inoltre previsto che lo stesso imprenditore possa essere titolare di una sola impresa artigiana, mentre può essere socio non operante in altre società.

Data di ultima modifica: 05/01/2017


Documenti allegati
Modulo_DIA_Artigianto.pdf D.I.A. (dichiarazione inizio attività) (217.55 KB)

Visualizza in modalità Desktop