Comune di San Sperate - Comunicazione - 71/2020

VERSAMENTO IMU 2020 Esenzione sanzioni e interessi fino al 30 settembre 2020 su versamento prima rata - persone in difficoltà a causa del Covid19 -

Oggetto: VERSAMENTO IMU 2020 Esenzione sanzioni e interessi fino al 30 settembre 2020 su versamento prima rata - persone in difficoltà a causa del Covid19 -

Anno
2020
Settore
Istituzionale
Tipo
Comunicazione
Numero
71
Data Inizio Pubblicazione
11/06/2020
Data di scadenza
Validato e pubblicato da
Enrico Collu

NUOVA IMU 2020

Eccezionalmente per quest'anno i Comuni possono deliberare riguardo le aliquote e il regolamento dell'imposta IMU per l'anno 2020 entro il 31 luglio 2020.

Il 31 luglio è anche il termine per l'approvazione del bilancio di previsione degli enti locali per l'anno 2020 che, nel nostro caso, è stato approvato i primi di maggio 2020. La normativa consente comunque, sempre in via eccezionale, che le tariffe e il regolamento possano essere approvate anche dopo l'approvazione del bilancio di previsione (normalmente era obbligatorio venissero approvate prima).

In attesa della deliberazione delle nuove tariffe IMU, scadenza 30 luglio è prevista l'abolizione della prima rata, anno 2020, per il settore turistico in quanto l'art. 177, D.L. 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancia Italia) stabilisce che in considerazione degli effetti connessi all'emergenza sanitaria da COVID 19 non è dovuta la prima rata della nuova IMU per il settore turistico relativa agli immobili rientranti nella categoria catastale D/2. A godere dell'esenzione sono alberghi e pensioni, agriturismi, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, bed & breakfast, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

 

Esenzione sanzioni e interessi fino al 30 settembre 2020 versamento prima rata

Grazie alla chiarificazione della risoluzione nr. 5/DF del Ministero dell'Economia e delle Finanze, uscita l'otto giugno, nel prossimo Consiglio Comunale verrà proposto di permettere, a chi lo vorrà e si trova in difficoltà economiche a causa del Covid- 19, di non dover corrispondere sanzioni e interessi nel caso in cui dovesse pagare la prima rata (con scadenza il 16 giugno 2020) entro il 30 settembre 2020.

Questo semplice provvedimento di fatto ha, come evidenziato nella stessa risoluzione, lo stesso effetto di posticipare la scadenza della prima rata, che rimane comunque fissata per il 16 giugno 2020, al 30 settembre 2020. Infatti chi verserà entro quella data non dovrà corrispondere nessun costo aggiuntivo relativo a sanzioni o interessi. 

 

Versamenti IMU non prorogabili - immobili cat. D

Il discorso è molto diverso per l'IMU  dove esiste anche una quota da versare allo Stato (esclusivamente categorie D). La normativa a riguardo, abbastanza complessa, stabilisce che i contribuenti effettuano il versamento dell'imposta dovuta al comune per l'anno in corso in due rate con scadenza la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre senza specificare in modo chiaro possibilità di intervento a riguardo da parte del Consiglio Comunale essendo queste somme spettanti allo Stato.  

Va dunque ricordato che la rateizzazione delle scadenze IMU riguardanti questi immobili (categoria D a esclusione della categoria catastale D2) non è stato prorogata dal governo nazionale e la possibilità di non comminare sanzioni e interessi non vale per gli immobili la cui IMU è dovuta al Governo.

Torna all'elenco

Attenzione!
Per l'utilizzo (visualizzazione, stampa, ricerca, etc.) dei documenti pubblicati, è necessario avere installati sul proprio computer, gli appositi programmi di visualizzazione. Per poterli scaricare liberamente è sufficiente portarsi alla pagina Programmi utili del portale comunale e seguire le istruzioni riportate.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto