Comune di San Sperate - Comunicazione - 145/2020

Aggiornamento situazione Covid-19 a San Sperate Tutti negativi i tamponi delle classi della primaria

Oggetto: Aggiornamento situazione Covid-19 a San Sperate Tutti negativi i tamponi delle classi della primaria

Anno
2020
Settore
Istituzionale
Tipo
Comunicazione
Numero
145
Data Inizio Pubblicazione
11/11/2020
Data di scadenza
Validato e pubblicato da
Enrico Collu

Aggiornamento del 11 novembre 2020

Ottime notizie sul fronte Covid.

Una delle classi della primaria ha ripreso stamani le lezioni in presenza mentre l’altra riprenderà domani.

Questo perché tutti gli esiti dei tamponi effettuati sabato 7 novembre ai docenti e alunni, che ricordo erano in quarantena a seguito dell’accertamento della presenza di due casi di positività all’interno delle classi, sono risultati tutti negativi.

Un bel segnale che dimostra come i protocolli messi in pratica dal nostro Istituto Scolastico, insieme all’organizzazione delle classi predisposta a inizio anno, sono efficaci. Avendo capito che, per quanto si possano utilizzare tutti gli accorgimenti necessari, essere colpiti da questo virus può capitare comunque e ovunque, possiamo ammettere che anche la fortuna ci ha dato una piccola mano.

Da parte nostra è comunque necessario continuare a prestare la massima attenzione nei nostri comportamenti, la fortuna da sola non basta e ad ogni modo occorre anche cercarla e meritarla.   

 Piccola riflessione

Domenica ho avuto modo di notare, in alcune aree attrezzate per i picnic, gruppi di famiglie che trascorrevano insieme una bella domenica di sole (non ero a San Sperate). Sarebbe di per sé una cosa bella e normale se non fosse che questo, oltre un certo numero di persone (specificato esattamente nel DPCM) è vietato. Immagino che questo stia accadendo un po’ ovunque e forse, essendo gente abituata alla convivialità, è un aspetto a cui prestiamo poca attenzione, sottovalutandolo.

Direte esagerato, ma dove sta il problema?

Semplice, il problema sta che se uno degli amici o parenti, con cui si era insieme a pranzo, dovesse risultare positivo al Covid-19, tutti i commensali saranno inevitabilmente sottoposti a quarantena.

Più persone sono insieme maggiore diventa il rischio che il contagio avvenga, maggiore il rischio che il virus si propaghi, dovrebbe essere un’equazione facile da comprendere e assimilare.

La conseguenza è chiara: se sei dipendente di un’azienda o di un Ente, un insegnante o occupi qualsiasi altra mansione, il tuo problema lo trasmetti alla struttura dove operi, costringendo colleghi, alunni o clienti a subire a loro volta la quarantena.

Non è quindi solo questione che occorre rispettare il DPCM, che già dovrebbe essere motivo sufficiente, il nostro atteggiamento dovrebbe essere motivato dal comprendere che in questo particolare momento sacrificarsi (rinunciando a una certa convivialità alla quale siamo abituati) è necessario per tutelare oltre noi stessi tutti gli altri.

Si chiama senso civico e senso di responsabilità.

Dovesse venirci a mancare non lamentiamoci se poi, alla fine, ci rinchiuderanno nuovamente tutti in casa nostro malgrado (e allora dovremmo rinunciare oltre che al semplice pic-nic con i familiari più stretti, anche a molto altro).

E' anche ovvio che tutto questo è utile a limitare la diffusione del virus che, ricordiamocelo sempre, può essere rallentata (quindi può capitare comunque e nostro malgrado), ma non bloccata completamente fino a quando non sarà disponibile la cura. 

Scusate se sono noioso, passiamo ora al consueto aggiornamento numerico.

Dall’ultima comunicazione, riguardante lo stato dei positivi nel nostro Comune, rilevo la segnalazione di due nuove guarigioni e di tre nuovi casi di positività al Covid-19. Per cui possiamo registrare che, oltre la positività dell’esito dei tamponi nelle nostre classi, la situazione a San Sperate rimane stabile.

I nuovi soggetti sono tutti in isolamento domiciliare e non presentano particolari problemi di salute. Anche a loro auguriamo una pronta e rapida guarigione.

Sulla base di questo, la situazione aggiornata dai dati ufficiali pervenuti alla data del 11 novembre 2020 è:

Attualmente positivi al Covid-19                         nr. 32

                                                                                           Di cui:      1 in ospedale

                                                                                                          31 in isolamento domiciliare

Persone positive al Covid-19 decedute             nr.    4

Guariti da Covid-19                                               nr.  35

                                                                                              Di cui:    8 periodo ante lock down

                                                                                                           27 periodo post lock down

 Persone risultate positive al Covid-19 dall’inizio emergenza   nr. 71

(numero comprensivo di tutti i casi da marzo a oggi, attuali positivi, deceduti e guariti)

 

Gli aggiornamenti del fascicolo sanitario intanto stanno avvenendo con sempre maggior precisione e, come ho scritto sopra, permettono al cittadino di venire a conoscenza dell’esito del tampone in tempo reale. Attraverso questo strumento si possono infatti avere a disposizione gli esisti delle analisi che ci riguardano senza dover attendere la comunicazione per via mail, riducendo i tempi e soprattutto l'ansia dell'attesa, per cui consiglio a chi ancora non lo avesse fatto di attivarlo.

https://fse.sardegnasalute.it/

Consiglio inoltre vivamente di scaricare e utilizzare l'app. immuni, utile al tracciamento degli eventuali contatti. Ovviamente l'utilità dell'applicazione aumenta esponenzialmente in base al numero delle persone che la utilizzano. L'app non traccia i nostri spostamenti e non permette di effettuare su di noi nessun controllo.

https://www.immuni.italia.it/

Ricordo che a seguito della nostra situazione DOBBIAMO essere rispettosi nell’adottare le misure di contenimento: mascherine, distanziamento sociale e igienizzare le mani sono le regole basilari.

 È fondamentale essere rispettosi delle regole e attenti in determinate situazioni:

- se abbiamo uno stato febbrile dobbiamo fermarci subito e dichiararlo immediatamente al nostro medico curante. Fare gli eroi in questi casi non serve, ancora meno cercare ignorare il problema per paura di essere bloccati, anche se ne va del nostro lavoro o dei nostri interessi.

- evitiamo abbracci e contatti personali anche quando partecipiamo a eventi tristi o di grande gioia, il momento ci impone di dover essere forti anche in questo.

Non essere attenti in questi e altri atteggiamenti non aiuta la lotta al contrasto e alla limitazione della diffusione del Covid-19, lo dimostra l’esperienza accumulata in questi mesi, e contribuisce a continuare a tenere sotto pressione le nostre strutture sanitarie già duramente provate in questi giorni.

Se deve essere un mese di sacrifici facciamo in modo siano utili per uscire da questo momento di grande difficoltà, che possano contribuire ad arginare la diffusione del Covid-19 in modo concreto e tangibile.

Consiglio vivamente di scaricare e utilizzare l'APP Immuni.

Il Sindaco

Enrico Collu

Torna all'elenco

Attenzione!
Per l'utilizzo (visualizzazione, stampa, ricerca, etc.) dei documenti pubblicati, è necessario avere installati sul proprio computer, gli appositi programmi di visualizzazione. Per poterli scaricare liberamente è sufficiente portarsi alla pagina Programmi utili del portale comunale e seguire le istruzioni riportate.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto